News

Un filo diretto con la redazione.

Puoi trovare le notizie sull'uscita dei nuovi corsi e altre informazioni utili

25-11-2020
La sicurezza dei lavoratori in tempo di pandemia passa attraverso il rispetto delle regole definite nelle varie circolari emanate dal Ministero della Salute. La conoscenza di questi documenti è fondamentale perché il medico competente possa consigliare adeguatamente i titolari di azienda per ridurre al minimo il contagio sul luogo di lavoro. Considerato che diversamente dal primo lock down i successivi, più o meno ampi, hanno cercarto di preservare gran parte delle attività lavorative, diventa importante la formazione dei lavoratori sulla consapevolezza del rischio e dell'importanza delle misure preventive. 
01-11-2020
Nelle fasi iniziali della pandemia la priorità è stata salvare più vite possibili e limitare la gravità della malattia in assenza di terapie di provata efficacia. Ora che si conosce meglio la COVID-19 c’è la speranza che la gestione dei casi acuti abbia esiti meno drammatici. Tuttavia, i medici di medicina generale e gli specialisti, alcuni dei quali hanno organizzato ambulatori di follow up in Italia e anche in altri paesi molto colpiti, iniziano a rendersi conto che alcuni pazienti, a distanza di settimane o mesi dalla negativizzazione e dalla remissione della fase acuta continuano a lamentare sintomi anche invalidanti a carico di vari organi. Questi pazienti sono stati definiti con terminologia anglosassone i pazienti “long COVID” o “long haulers”. Di questi tratta questo corso FAD, il primo nel suo genere.
07-10-2020
Il corso, accreditato dal CNF, tratta un argomento di previdenza forense e rientra quindi tra le materie obbligatorie. Il corso prende in esame i seguenti temi: La pensione di reversibilità e gli altri trattamenti previdenziali spettanti ai superstitiI trattamenti previdenziali nel mondo forenseI trattamenti previdenziali in caso di decesso di avvocati e notai: analogie e differenze
22-09-2020
Il corso, accreditato dal CNF, tratta un argomento di previdenza forense e rientra quindi tra le materie obbligatorie. Il corso prende in esame i seguenti temi: La pensione di reversibilità e gli altri trattamenti previdenziali spettanti ai superstiti I trattamenti previdenziali nel mondo forense Trattamenti previdenziali in caso di decesso di avvocati e notai: analogie e differenze
17-09-2020
Il corso, accreditato dal CNF, analizza il tema della prevenzione della corruzione nelle Pubbliche Amministrazioni. In particolare il corso è centrato su: Il Piano Nazionale anticorruzione e i Piani triennali di prevenzione della corruzione e della trasparenza Le misure generali di prevenzione della corruzione Il responsabile della prevenzione della corruzione e della trasparenza La trasparenza come strumento di prevenzione, controllo e partecipazioneIl diritto di accessoL'oggetto dell'accessoI soggetti coinvolti nell'accessoI limiti del diritto di accessoL'accesso civico e il diritto di accesso generalizzato.
02-07-2020
Genet è una rete di medici genetisti che propone una nuova sinergia tra le specialità cliniche, la genetica medica e di laboratorioLa presenza sempre più massiccia e trasversale della genetica medica e di laboratorio nella quotidianità ambulatoriale dei diversi specialisti impone un cambio di paradigma nell’affrontare i percorsi di diagnosi genetica dei propri pazienti.Vi è la necessità di conoscere e governare le nuove tecnologie di indagine del genoma (NGS), conoscere a fondo le potenzialità diagnostiche d i limiti per le forme rare e meno rare, l’estensione delle indagini alla famiglia, l’impostazione di follow-up mirati.Questi obiettivi si possono raggiungere solo se si realizza una maggiore collaborazione tra lo specialista di branca, lo specialista in genetica medica e gli specialisti di laboratorio, che è garanzia della appropriatezza del interno percorso.Tra gli obiettivi del network c'è la formazione specialistica e multidisciplinare sulla genetica. Questo è il primo corso FAD di Genet, dedicato alle patologie oculari su base genetica.
23-06-2020
La Lombardia è stata la prima Regione italiana ed europea a rilevare e trattare casi di pazienti COVID-19, in una situazione di incertezza clinica e di difficoltà organizzativa che hanno reso molto difficile l’attività e che, anche per la carenza di dispositivi di protezione individuale hanno causato morti tra i medici anche in specialità diverse da quelle specificamente coinvolte come la medicina generale, le malattie infettive, la rianimazione e la pneumologia.La pandemia ha modificato l’assistenza e la percezione di malattia anche per i pazienti con altre condizioni e per altri specialisti. Le prime esperienze e i risultati nei campi dell’ostetricia, dell’oncologia e delle terapie intensive milanesi e lombarde sono state seguite da tutto il mondo scientifico e vengono ora proposte in questo breve corso.  
10-06-2020
Questo corso, ad accesso gratuito per le ostetriche grazie alla FNOPO e alla FNOMCeO, che ha concesso l'utilizzo dei materiali formativi, vuole fornire informazioni sulle differenze di genere che sono spesso trascurate e invece possono essere fondamentali nel porre una diagnosi e nel gestire una condizione clinica. Strutturato con video e presentazioni, il corso affronta 10 argomenti che spaziano dalla diversa farmacologia tra uomo e donna alla differente percezione del dolore, dalle questioni cardiovascolari ai tumori e molto altro.  
10-06-2020
La nascita, come la morte, è l’unico avvenimento trasversale per ogni individuo sul pianeta. Dall’attenzione al fenomeno nascita si giudica la civiltà di un paese, perché dal benessere di madre e bambino dipende il benessere della società. La morte di una madre è una tragedia non solo per la perdita di una vita, ma anche per i suoi figli e la sua famiglia (OMS). La buona salute di un paese dipende anche dal suo grado di fertilità, dalle opportunità di crescita e accoglienza che esso è in grado di offrire ai suoi abitanti. È pertanto auspicabile che la classe medica ritorni a essere più coinvolta in un problema cruciale, in cui la sua partecipazione  può  fare  la  differenza. Questo corso FAD, accessibile gratuitamente alle ostetriche grazie alla FNOPO e alla FNOMCeO, che ha concesso l'uso dei materiali formativi, offre una ampia panoramica sulla sicurezza durante la gravidanza, il travaglio e il parto.
13-05-2020
Non è ancora chiaro quali siano i rischi per le donne in gravidanza che si infettano con il SARS-CoV-2 e per i loro bambini, un motivo in più questo per monitorare attentamente l'evoluzione della gravidanza e il parto.Questo corso fornisce indicazioni pratiche su come prevenire l'infezione e su come gestire gravidanza, parto e allattamento nella donna con COVID-19.In particolare prende in esame:la trasmissione del virus (attraverso droplet, ambientale e verticale),le manifestazione cliniche della malattia in gravidanzale misure di prevenzione per la donna in gravidanza e per gli operatori sanitari che le assistonoil monitoraggio della gravidanzala gestione del parto e le sue conseguenzel'allattamento materno. 
08-05-2020
Questo è il primo corso del programma Novel learning che ambisce a unire i due filoni più importanti della medicina contemporanea e cioè l'evidence based medicine con la narrative medicine. Attraverso la sceneggiatura di una storia che si dipana ed esce dai confini della vita professionale, creando un'attesa rispetto a ciò che accadrà nelle puntate successive, si affrontano casi di pratica quotidiana, cimentandosi con le conoscenze della letteratura scientifica. Lo spunto viene dalle serie televisive mediche che sempre maggior successo hanno negli Stati Uniti e che sono state oggetto di articoli in letteratura scientifica. Infermieri e medici saranno i protagonisti di Novel learning, insieme ai loro pazienti.
08-05-2020
Questo è il primo corso del programma Novel learning che ambisce a unire i due filoni più importanti della medicina contemporanea e cioè l'evidence based medicine con la narrative medicine. Attraverso la sceneggiatura di una storia a fumetti che si dipana ed esce dai confini della vita professionale, creando un'attesa rispetto a ciò che accadrà nelle puntate successive, si affrontano casi di pratica quotidiana, cimentandosi con le conoscenze della letteratura scientifica.Lo spunto viene dalle serie televisive mediche che sempre maggior successo hanno negli Stati Uniti e che sono state oggetto di articoli in letteratura scientifica. Infermieri e medici saranno i protagonisti di Novel learning, insieme ai loro pazienti.In questi primi tre episodi, che saranno pubblicati a distanza di una settimana uno dall'altro, la storia si intreccia con quella di uno chef che deve partecipare a un programma televisivo di cucina ma che per un "dolore di stomaco" è costretto dalla moglie a recarsi al Pronto soccorso.
06-05-2020
Nelle gravidanze singole la gestazione dura in media 40 settimane, 280 giorni dal primo giorno dell'ultima mestruazione fino alla data presunta del parto. Il parto viene definito a termine quando cade tra la settimana 37+0 e la settimana 41+6, facendo riferimento a tre diverse epoche, per cui il “parto a termine precoce, early term” si verifica dalla settimana 37 alla 38+6, il “parto a termine, full term” dalla settimana 39 alla 40+6 e il “parto a termine tardivo, late term” dalla settimana 41 alla 41+6. La gravidanza a termine tardivo (late term), oggetto di questo corso, se non complicata, è da considerarsi una gravidanza a basso rischio ostetrico, ma ha comunque un rischio più elevato rispetto alla gravidanza a termine precoce o quella a termine, tanto da richiedere un’assistenza non solo ostetrica.Il corso si concentra sull'assistenza ostetrica nella gravidanza late term e in particolare cerca di rispondere ai quesiti: Come si classifica la gravidanza a termine? Quali sono eziologia e fattori di rischio del fenomeno? Quali i rischi? Qual è la gestione più comune della gravidanza dopo la 41° settimana? Come va gestita la condotta d’attesa Esistono metodi naturali alternativi all’induzione farmacologica? Quali informazioni è bene offrire alle gestanti? Come promuovere una positiva esperienza di travaglio e parto? Il corso fornisce le risposte evidence based a queste e altre domande.
05-05-2020
Il corso, accreditato dal CNF, tratta un argomento di deontologia forense e rientra quindi tra le materie obbligatorie. Sono analizzate e commentate, alla luce della più recente giurisprudenza, le principali fonti normative e gli articoli del Codice Deontologico che prendono in esame la pubblicità e le informazioni pubbliche relative agli studi legali. In particolare, si prendono in esame: Art. 10 Legge n. 247 del 31 dicembre 2012 (Nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense) – Informazioni sull’esercizio della professione Art. 17 Codice Deontologico – Informazione sull’esercizio dell’attività professionale Art. 35 Codice Deontologico – Dovere di corretta informazione Art. 37 Codice Deontologico – Divieto di accaparramento di clientela Art. 2 Decreto Legge 4 luglio 2006 n. 223 (Disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica, nonché interventi in materia di entrate e di contrasto all’evasione fiscale) - Disposizioni urgenti per la tutela della concorrenza nel settore dei serviziprofessionali Art. 4 D.P.R. n. 137 del 7 agosto 2012 (Regolamento recante riforma degli ordinamenti professionali) – Libera concorrenza e pubblicità informativa  
24-04-2020
Il corso, accreditato dal CNF, tratta un argomento di previdenza forense e rientra quindi tra le materie obbligatorie.E' stata presa in esame la normativa generale e in particolare sono stati approfonditi i seguenti temi:Il congedo di maternitàIl congedo di paternitàI congedi parentaliIl divieto di licenziamento della lavoratrice madre, le dimissioni e il diritto al rientro
16-04-2020
Nell'attesa di un vaccino, la terapia farmacologica rimane l'unica arma contro SARS-CoV-2. Non ci sono al momento molecole mirate verso questo nuovo virus ma diversi farmaci che possono essere impiegati nei pazienti con COVID-19. Si va dagli antivirali agli antimalarici, dagli anticorpi monoclonali ai farmaci di supporto come azitromicina ed eparine a basso peso molecolare.Questo corso, per la prima volta, offre un panorama completo di tutte le opzioni terapeutiche: per ciascun farmaco è disponibile una scheda che spiega il razionale dell'uso nell'infezione da SARS-CoV-2, quali trial sono attualmente in corso, quali sono i dosaggi, quali le precauzioni con particolare attenzione a effetti avversi e interazioni molto frequenti nella fascia di età più rischio e fragile nei confronti del nuovo coronavirus, cioè la fascia anziana della popolazione.Il corso non solo fornisce sintesi di immediata praticità, ma raccoglie anche tutti i riferimenti bibliografici puntuali per approfondire l'argomento.
08-04-2020
Il 30 gennaio 2020, in seguito alla segnalazione da parte della Cina di un cluster di casi di polmonite a eziologia ignota (poi identificata come un nuovo coronavirus Sars-CoV-2) nella città di Wuhan, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha dichiarato emergenza di sanità pubblica di interesse internazionale l'epidemia di coronavirus in Cina. Il giorno successivo il Governo italiano, dopo i primi provvedimenti cautelativi adottati a partire dal 22 gennaio, tenuto conto del carattere particolarmente diffusivo dell'epidemia, ha proclamato lo stato di emergenza e messo in atto le prime misure di contenimento del contagio sull'intero territorio nazionale.Anche a livello lavorativo sono stati emanati dei provvedimenti atti a contenere e prevenire la diffusione del contagio negli ambienti di lavoro.In questo scenario è senz’altro fondamentale il coinvolgimento del medico competente aziendale, in quanto professionista qualificato a veicolare nel modo migliore tali informazioni ai lavoratori e a collaborare col datore di lavoro per la messa in atto delle misure igieniche universali all’interno dell’azienda e per l’aggiornamento del documento di valutazione dei rischi, ove ciò si renda necessario.
01-04-2020
Negli ultimi anni l’interesse sul ruolo terapeutico della relazione uomo-animale e delle possibilità di interventi mirati ha trovato sempre maggiore spazio. Nel 2015 sono state pubblicate le Linee Guida Nazionali, per ottimizzare e uniformare gli Interventi assistiti con gli animali (quelli che un tempo erano chiamati pet therapy, termine oggi desueto), stimolando una metodologia condivisa e favorendo studi scientifici atti a valutare e confermare la loro utilità e ruolo.Con Interventi assistiti con gli animali (IAA) si indicano interventi basati sull’interazione uomo-animale che integrano e rinforzano le terapie e i trattamenti in diverse condizioni cliniche e ambienti. Questo corso si prefigge lo scopo di far conoscere la realtà degli IAA con una panoramica delle normative e delle applicazioni.
20-03-2020
Gli operatori sanitari che operano sul campo durante la pandemia da COVID-19 sono esposti a un alto rischio di contagio se non utilizzano correttamente i dispositivi di protezione individuale che devono peraltro essere sempre a loro disposizione, come purtroppo non è stato in tempi recenti. I dispositivi vanno conosciuti e vanno indossati e successivamente tolti secondo un ordine prestabilito e con manovre che devono essere sempre rispettate per ridurre al minimo il rischio di contagio. Questo corso fornisce le linee guida degli ECDC per la vestizione e svestizione del personale sanitario e indica anche una serie di video che spiegano come utilizzare correttamente i DPI.
19-03-2020
Il corso, accreditato dal CNF, analizza il tema tema del diritto alla privacy, prendendo in esame: Il Regolamento europeo GDPR I ruoli e le responsabilità Il concetto di accountability L'informatica e l'acquisizione del consenso Il rischio digitale e il registro delle attività di trattamento "Privacy by design" e "privacy by default" La "data breach notification" Il diritto all'oblio e il diritto alla portabilità dei dati personali Le misure di sicurezza e le sanzioni
05-03-2020
La Federazione Ordini Farmacisti Italiani ha ritenuto importante offrire a tutti gli iscritti un corso dedicato al nuovo coronavirus SARS-CoV-2. Si ritiene infatti che in questo contesto di emergenza il ruolo del farmacista sia strategico: grazie alla sua professionalità e competenza può infatti indurre nella popolazione comportamenti corretti indispensabili per il controllo dell'epidemia.Il corso si pone quindi l'obiettivo di offrire ai farmacisti fonti di informazioni attendibili e un quadro generale sul virus, sulla malattia, sulla sua propagazione, sulle misure precauzionali, su quanto è emerso finora in letteratura scientifica, su come comunicare le informazioni e quali risposte dare ai pazienti, smontando le notizie sensazionali e prive di fondamento.Il corso FAD affronta la storia dell'epidemia dall’inizio, dai primi casi segnalati, e fornisce informazioni evidence-based di qualità sulle caratteristiche della pandemia, sui possibili scenari futuri, sulla valutazione del rischio, sulla carta d’identità del virus, sulla malattia che causa, su contagio e modalità per evitarlo, sulle misure di sanità pubblica e sull’importanza di una corretta comunicazione/informazione.Grazie ai link inseriti nei materiali formativi è possibile anche sapere dove trovare aggiornamenti online in tempo reale sulla situazione della pandemia.
25-02-2020
Sulla nostra piattaforma SAEPE è stato pubblicato il primo corso FAD in Italia sul nuovo coronavirus che viene aggiornato mensilmente per stare al passo con quanto emerge in letteratura scientifica (clicca qui). Clicca qui per l'analogo corso gratuito per i farmacisti. Sono disponibili anche altri corsi legati al coronavirus: - Long COVID: le conseguenze dell'infezione a lungo termine (clicca qui) - NOVITA' - COVID-19: la sicurezza dei lavoratori (clicca qui) - NOVITA' - COVID-19: gravidanza, parto e allattamento (clicca qui) - Guida all'uso dei farmaci nel paziente con COVID-19 (clicca qui) COMPLETAMENTE RINNOVATO A NOVEMBRE 2020 - Vestizione e svestizione del personale sanitario in epoca di COVID-19 (clicca qui) - Igiene delle mani: come farla perché sia efficace (clicca qui) - Il ruolo del medico competente ai tempi del COVID-19 (clicca qui) - Smart working e salute (clicca qui)
24-02-2020
C'è una vera e propria epidemia di sigarette elettroniche, specie tra i giovani. Dati statunitensi indicano in un solo anno (dal 2018 al 2019) il raddoppio degli utilizzatori nelle fasce d'età meno protette, dati italiani parlano di oltre 900.000 utilizzatori di qualunque età. Questa diffusione a macchia d'olio impone di avere informazioni più precise e attendibili sugli eventuali danni alla salute delle sigarette elettroniche. In letteratura scientifica sono stati pubblicati i primi lavori che dimostrano i problemi di sicurezza. A questi si aggiunge il rischio che i giovani svapatori (l'uso della sigaretta elettronica è detto "svapare" e non "fumare") passino più facilmente poi al fumo di sigaretta tradizionale. Ancora, quali sono i rischi del fumo passivo delle sigarette elettroniche? E infine è vero che le sigarette elettroniche potrebbero essere utili per smettere di fumare? Questo corso di formazione, il primo in assoluto del suo genere, vuole spiegare che cosa sono le sigarette elettroniche, come sono costituite, quali rischi comportano per la salute, fornendo agli operatori sanitari gli elementi adeguati per poter dare consigli appropriati ed evidence-based a chi le utilizza.
17-02-2020
E’ più pericoloso il nuovo coronavirus o l’epidemia di notizie non controllate uscite al riguardo? Gli operatori sanitari devono avere fonti attendibili e un quadro generale sul virus, sulla malattia, sulla sua propagazione, sulle misure precauzionali, su quanto è emerso finora in letteratura scientifica, su come comunicare le informazioni e quali risposte dare ai pazienti, smontando le notizie sensazionali e prive di fondamento. Il corso FAD, primo del suo genere in Italia, affronta la storia dell'epidemia dall’inizio, dai primi casi segnalati, e fornisce informazioni evidence-based di qualità sulle caratteristiche della pandemia, sui possibili scenari futuri, sulla valutazione del rischio, sulla carta d’identità del virus, sulla malattia che causa, su contagio e modalità per evitarlo, sulle misure di sanità pubblica e sull’importanza di una corretta comunicazione/informazione.Grazie ai link inseriti nei materiali formativi è possibile anche sapere dove trovare aggiornamenti online in tempo reale sulla situazione della pandemia.
17-02-2020
Perché è importante l'igiene delle mani?I Centers for Disease Control and Prevention di Atlanta e l’Organizzazione mondiale della sanità hanno definito l’igiene delle mani la procedura più semplice, più economica e più efficace per ridurre il rischio di infezioni in quanto evita che i germi si trasmettano da un soggetto a un altro. Ciò vale anche per l'infezione da nuovo coronavirus.Le mani sono il principale veicolo di trasmissione delle infezioni. Dalle mani non lavate, i germi possono entrare nell’organismo in modo diretto perché si portando le mani alla bocca, agli occhi o nel naso oppure in modo indiretto perché si toccano gli alimenti con le mani sporche e poi si mangia. Secondo quanto emerge dagli studi una corretta igiene delle mani può ridurre:il numero di casi di diarrea nella popolazione generale (23-40%);i casi di malattia diarroica nelle persone con sistema immunitario indebolito (circa il 58%);i casi di malattie respiratorie nella popolazione generale (16-21%);le assenze da scuola a causa di malattie gastrointestinali (29-57%);l’incidenza di infezioni correlate all’assistenza (circa il 30%).L’igiene delle mani non solo è una pratica efficace per prevenire le infezioni ma è utile anche per contrastare il fenomeno dell’antibiotico-resistenza. Riducendo il rischio di infezione, infatti, si riduce di conseguenza anche la prescrizione e quindi l’uso di antibiotici in maniera inappropriata.
04-02-2020
Il lavoro agile (o smart working) è una modalità di esecuzione del rapporto di lavoro subordinato caratterizzato dall’assenza di vincoli orari o spaziali e un’organizzazione per fasi, cicli e obiettivi, stabilita mediante accordo tra dipendente e datore di lavoro; una modalità che aiuta il lavoratore a conciliare i tempi di vita e lavoro e, al contempo, favorire la crescita della sua produttività.Ai lavoratori agili viene garantita la parità di trattamento - economico e normativo - rispetto ai loro colleghi che eseguono la prestazione con modalità ordinarie. È, quindi, prevista la loro tutela in caso di infortuni e malattie professionali, secondo le modalità illustrate dall’INAIL nella Circolare n. 48/2017.
17-01-2020
MATERIA OBBLIGATORIA Il corso, accreditato dal CNF, prende in esame l'iscrizione all'Albo degli avvocati e agli elenchi speciali. In particolare, vengono analizzati i seguenti punti: L'iscrizione all'Albo L'Albo ordinario degli avvocati Il Registro dei praticanti L'Elenco degli avvocati degli enti pubblici Gli avvocati comunitari stabiliti L'Elenco degli avvocati specialisti L'Albo dei Cassazionisti L'Elenco dei professori Le associazioni tra avvocati e multidisciplinari
17-01-2020
MATERIA OBBLIGATORIAIl corso, accreditato dal CNF, prende in esame l'iscrizione all'Albo degli avvocati e agli elenchi speciali. In particolare, vengono analizzati i seguenti punti: L'iscrizione all'AlboL'Albo ordinario degli avvocatiIl Registro dei praticantiL'Elenco degli avvocati degli enti pubbliciGli avvocati comunitari stabilitiL'Elenco degli avvocati specialistiL'Albo dei CassazionistiL'Elenco dei professoriLe associazioni tra avvocati e multidisciplinari
17-01-2020
Il corso, accreditato dal CNF, analizza il tema del diritto alla privacy, prendendo in esame:Il Regolamento europeo GDPRI ruoli e le responsabilitàIl concetto di accountabilityL'informatica e l'acquisizione del consensoIl rischio digitale e il registro delle attività di trattamento"Privacy by design" e "privacy by default"La "data breach notification"Il diritto all'oblio e il diritto alla portabilità dei dati personaliLe misure di sicurezza e le sanzioni
15-01-2020
L’intossicazione da farmaco (accidentale o intenzionale a scopo di suicidio) è un evento non raro che può comportare importanti conseguenze in termini di salute.  Il sovradosaggio (overdose) di un farmaco può derivare da molti fattori, gran parte dei quali sono prevenibili.La raccolta delle informazioni sul farmaco ingerito deve essere approfondita per valutare il rischio reale e mettere in atto il trattamento più adeguato.Questo corso FAD ECM risponde a molte domande sull'intossicazione da farmaco, fornendo risposte di immediata applicabilità su:quali sono i farmaci più spesso causa di intossicazionequali esami vanno richiesticome va gestito il paziente con un'intossicazione da farmaco (ha ancora senso la lavanda gastrica? è vero che bisogna subito far prendere del latte?)quali sono gli antidoti utilizzabilidove sono e come si possono contattare i centri antiveleni
15-01-2020
La somministrazione di farmaci in gravidanza è in crescita, soprattutto a causa dell’aumento di patologie croniche nelle donne gravide. A fronte di questo aumento d’uso, c’è ancora oggi molta incertezza sui farmaci più appropriati e sicuri da prescrivere durante la gestazione.Questo può portare a non somministrare alla donna medicinali dei quali invece avrebbe bisogno. Sono lontani i tempi della talidomide, ma occorre trovare un giusto equilibrio tra cautela ed efficacia.Ecco alcune domande che trovano risposta in questo corso grazie ai dati pubblicati in letteratura:    Dare o non dare un farmaco in gravidanza?    Quali caratteristiche del farmaco ne determinano il passaggio al feto?    Quali farmaci sono sicuri e quali devono essere evitati?    Quali vaccini prescrivere in gravidanza?    I trattamenti a base di erbe sono sicuri in gravidanza? E quelli cosmetici?
15-01-2020
 Un bambino su due riceve un farmaco nell'arco di un anno, per lo più si tratta di medicine per l’apparato respiratorio o antibiotici. Spesso però queste terapie si accompagnano a reazioni avverse, che devono essere riconosciute per tempo e segnalate alla Rete nazionale di farmacovigilanza. Molte di queste reazioni avverse sono legate al meccanismo dei farmaci e sono largamente prevedibili adottando opportune precauzioni. L’allergia ai farmaci è un rischio reale, ma spesso sovrastimato a causa della notevole sensibilità della cute nel bambino. Particolare attenzione bisogna porre anche agli eccipienti inseriti nelle formulazioni.Il corso fornisce risposte alle seguenti domande:Quanto sono frequenti le reazioni avverse da farmaco nel bambino?Quali sono le differenze tra bambino e adulto in termini di farmacocinetica e farmacodinamica?Quali sono le reazioni avverse più frequenti e rilevanti in età pediatrica?Quali farmaci danno più spesso reazioni avverse nel bambino?Come prevenire le reazioni avverse da farmaco o vaccino?Come gestire una reazione avversa da farmaco o vaccino, specie se grave?Come segnalare la reazione avversa osservata?
15-01-2020
Si è oggi di fronte a una vera e propria epidemia di uso di farmaci nell'anziano. Dati italiani (AIFA) indicano che la prevalenza d'uso dei farmaci passa dal 45% negli adulti a oltre il 95% sopra i 75 anni d'età, ovvero quasi tutti gli anziani prendono quotidanamente farmaci. I consumi dicono che in media ogni anziano prende più di tre farmaci al giorno. E alto è il numero di eventi avversi e di reazioni crociate dovute a questa politerapia.Quali sono i farmaci più usati nell'anziano?Come facilitare l'aderenza al trattamento?Come va gestita una politerapia?Si può evitare la cascata prescrittiva?Quali sono i rischi di un sovra o sottotrattamento?Quali sono i farmaci da evitare nell'anziano?Quali sono i farmaci che possono essere somministrati con tranquillità nell'anziano?Il corso offre risposta a queste e molte altre domande.
15-01-2020
L’Organizzazione mondiale della sanità raccomanda l'allattamento al seno esclusivo per i primi 6 mesi. Nella maggior parte dei casi tale raccomandazione rimane valida anche quando la mamma deve assumere una terapia, sono pochi infatti i farmaci controindicati in modo assoluto durante l'allattamento. Ogni volta occorre comunque valutare:l’utilità del farmaco per la mammagli effetti potenziali del farmaco sulla produzione di lattela quantità di farmaco escreta nel latte maternol’assorbimento per via orale da parte del neonatoil rischio potenziale di eventi negativi per il neonatol’età del bambino.Il corso risponde a molte domande, fornendo risposte di immediata applicabilità clinica su:le indicazioni generali riguardo alla somministrazione dei farmaci nell'allattamentole caratteristiche del farmaco che ne determinano il passaggio nel latte maternoil momento opportuno per somministrare i farmaci galattogoghii farmaci che si possono usare nei principali disturbi mammari legati all'allattamentole situazioni più comuni di trattamento farmacologico durante l’allattamentoi metodi contraccettivi raccomandati in allattamentole indicazioni riguardo alle sostanze da abuso nell'allattamentole principali fonti di informazione per gli operatori sanitari.
15-01-2020
Il corso, realizzato dal Centro di farmacovigilanza della Regione Veneto, fornisce tutti i consigli per gestire correttamente le schede di Vigifarmaco e procedere alla risoluzione dei problemi. Il corso è aperto solo agli operatori sanitari delle Regioni che hanno aderito all'iniziativa.
15-01-2020
Il corso, realizzato dal Centro di Farmacovigilanza della Regione Veneto, riprende l'elenco delle FAQ dell'AIFA spiegandole con esempi pratici per agevolare il lavoro a chi deve gestire le segnalazioni della Rete nazionale di farmacovigilanza. Il corso affronta tutte le situazioni, offrendo la soluzione nei vari casi prospettati. Il corso è aperto solo agli operatori sanitari delle Regioni che hanno aderito all'iniziativa.
15-01-2020
Il corso, realizzato dal Centro di farmacovigilanza della Regione Veneto, affronta la terminologia MedDRA (Medical Dictionary for Regulatory Activities) utilizzata durante tutto il processo regolatorio, dal pre-marketing al post-marketing, per l’inserimento e il trasferimento dei dati, per la loro analisi e per le presentazioni. Questo corso insegna a usare la terminologia MedDRA e a risolvere i problemi di codifica e di analisi dei dati.  Il corso è aperto solo agli operatori sanitari delle Regioni che hanno aderito all'iniziativa.    
15-01-2020
L'ABC della farmacovigilanza, realizzato dal Centro di Farmacovigilanza della Regione Veneto, fornisce le conoscenze di base della farmacovigilanza e i principi di questa disciplina. Questi gli argomenti trattati:Le tappe della farmacovigilanza La classificazione delle reazioni avverse I fattori predisponenti L'epidemiologia delle reazioni avverse Gli obiettivi e le metodologie della farmacovigilanza La segnalazione spontanea. Il corso è aperto solo agli operatori sanitari delle Regioni che hanno aderito all'iniziativa. 
15-01-2020
La piattaforma Vigifarmaco consente la segnalazione di reazioni avverse da farmaco direttamente online. Questo corso spiega come registrarsi su Vigifarmaco, come inserire e inviare una segnalazione, analizzando nel dettaglio tutte le voci che devono essere compilate.
15-01-2020
La normativa d.lgs. 81/2008; d.m. salute 388/2003 conferisce al primo soccorso un ruolo importante all’interno del sistema di gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro e obbliga il datore di lavoro a designare e formare gli addetti e a organizzare il piano di emergenza. Dall’organizzazione del sistema di primo soccorso aziendale dipende infatti l’attivazione precoce e tempestiva dei primi tre anelli della catena dell’emergenza, in attesa dell’arrivo dei soccorsi avanzati. Una corretta gestione delle prime fasi di un’emergenza sanitaria può fare la differenza tra la vita e la morte.Attraverso tre casi di pratica quotidiana, il corso di medicina del lavoro dedicato a tutti gli operatori sanitari affronta la gestione del primo soccorso sui luoghi di lavoro.
15-01-2020
La violenza sul luogo di lavoro rappresenta una criticità con un impatto notevole in vari comparti, in quanto è in grado di compromettere la salute (fisica e psicologica), la sicurezza o il benessere di un individuo.Secondo l'European Working Conditions Survey, il 6% dei lavoratori europei afferma di essere stato vittima di violenza da parte di colleghi (4%) o di terzi (2%) sul posto di lavoro. Per quanto riguarda il settore lavorativo, il rischio di subire minacce o violenza è massimo (12-14%) per i lavoratori della sanità e dell’istruzione, seguiti da quelli della pubblica amministrazione e della difesa, da quelli dei trasporti e delle comunicazioni e ancora dai lavoratori delle settore alberghiero e della ristorazione.Aperto a tutti gli operatori sanitari, il corso attraverso tre casi esamina e commenta il tema della violenza sul luogo di lavoro in diverse situazioni.
15-01-2020
Con l'approvazione del d. lgs n. 81/2008, l'attività del medico competente deve essere svolta in ottemperanza sia del codice deontologico sia del "Codice internazionale di etica per gli operatori di medicina del lavoro" (ICOH).Il corso, dedicato ai medici del lavoro, prende in esame i principi etici e professionali nella medicina del lavoro con tre brevi casi pratici commentati.
15-01-2020
Gli ultimi dati sulla forza lavoro evidenziano come in 10 anni, la percentuale di lavoratori ultracinquantenni è aumentata significativamente al 31% della popolazione lavorativa. Tale fenomeno comporta un'attenzione maggiore sui nuovi rischi correlati e le necessarie modifiche nelle strategie di prevenzione. Compito del medico competente è integrare/modificare protocolli e strumenti della Sorveglianza sanitaria in funzione dell’invecchiamento per individuare e monitorare i disturbi e le malattie che più risentono del fattore età, favorendo al tempo stesso una migliore efficienza del lavoratore.Con tre brevi casi di pratica quotidiana, il corso affronta la gestione dell'invecchiamento della popolazione lavorativa, fornendo gli strumenti necessari al medico del lavoro per tutelare la salute e la sicurezza del lavoratore anziano. 
15-01-2020
L’invecchiamento degli operatori sanitari è oggi un fenomeno dilagante. Con l'avanzare dell'età, le situazioni lavorative più difficili da sostenere per gli operatori sanitari sono:    effettuare sforzi fisici importanti    restare a lungo in piedi    assumere o mantenere posture scomode    essere sottoposti a pressioni temporali    essere interrotti nel proprio lavoro    fare più cose contemporaneamente.L'intervento del medico competente è pertanto fondamentale nella prevenzione di patologie, in particolare muscolo-scheletriche, nonché nella revisione di turni e carichi lavorativi.Attraverso tre brevi casi pratici, il corso prende in esame la valutazione dei rischi fisici e psicosociali in relazione all'età della popolazione lavorativa in sanità e fornisce strumenti utili per la gestione del problema.
15-01-2020
Un rischio fisico importante nel settore sanitario è quello dell’esposizione a radiazioni ionizzanti e non ionizzanti, utilizzate per attività a scopo diagnostico, terapeutico o di disinfezione.La gestione del rischio nell'attività di imaging medico con radiazioni non è sempre semplice da valutare: l’interazione dei campi elettromagnetici con il mezzo biologico è molto complessa, a causa di una serie di considerazioni che devono essere fatte a monte e che richiedono una conoscenza specifica della materia.Attraverso tre casi di pratica quotidiana viene affrontata la valutazione del rischio delle tecniche di imaging medico con esposizione a radiazioni e illustrate le procedure per una efficace interazione tra le varie figure professionali coinvolte nella gestione del rischio radiologico.
15-01-2020
All’interno del d.lgs. 230/1995 vengono chiaramente identificate le figure professionali che sovraintendono alla gestione del ‘rischio radiologico’, ovvero l’esperto qualificato per quanto concerne l’attuazione dei principi di radioprotezione e la sorveglianza fisica, e il medico addetto alla sorveglianza medica per quanto attiene la sorveglianza medica del personale esposto.Per le radiazioni non ionizzanti, con particolare riferimento alla risonanza magnetica, la protezione dei lavoratori è regolata dal d.p.r. 542/1994 e successive modifiche, e dal recente d.lgs. 159/2016 relativo all’esposizione professionale a campi elettromagnetici.Attraverso tre casi di pratica quotidiana viene affrontata la valutazione del rischio delle tecniche di imaging medico con esposizione a radiazioni e illustrate le procedure per una efficace interazione tra le varie figure professionali coinvolte nella gestione del rischio radiologico.
15-01-2020
Le norme tecniche nazionali che disciplinano i lavori elettrici sono la norma CEI 11-27 (di cui a gennaio 2014 e stata pubblicata la IV edizione per allinearla alla norma internazionale) e la norma CEI 11-15 (specifica per i lavori in alta e media tensione). La sicurezza dei lavoratori nei lavori elettrici è basata sulla formazione dei lavoratori e sulla scrupolosa osservanza delle procedure di lavoro.Il medico del lavoro deve pertanto conoscere i dispositivi di protezione per il lavoro con campi elettrici ad alta tensione e le modalità di attuazione dei lavori in prossimità di linee elettriche.Il corso illustra, attraverso tre casi di pratica quotidiana, le procedure e gli accorgimenti che devono essere adottati in presenza di rischio elettrico in ambienti di lavoro ad alta tensione.
15-01-2020
La sicurezza dei lavoratori nei lavori elettrici è basata sulla formazione dei lavoratori e sulla scrupolosa osservanza delle procedure di lavoro.Il medico del lavoro deve conoscere i dispositivi di protezione per il lavoro con campi elettrici ad alta tensione e le modalità di attuazione dei lavori in prossimità di linee elettriche.Il corso illustra, attraverso tre casi di pratica quotidiana, le procedure e gli che accorgimenti devono essere adottati in presenza di rischio elettrico in ambienti di lavoro ad alta tensione.
15-01-2020
Il corso fornisce le informazioni mirate all'assistenza ostetrica al neonato.  in maniera pratica e puntuale, in base alle prove emerse in letteratura scientifica, si hanno a disposizione le raccomandazioni e i consigli da adottare nell'attività quotidiana. Si può trovare risposta a questa e ad altre domande: Qual è l’adattamento neonatale alla vita extrauterina? Quali sono gli elementi da valutare nelle prime due ore di vita del neonato? Che cosa prevede l’assistenza ostetrica nei primi giorni di vita? Quali sono gli screening raccomandati?
15-01-2020
Negli ultimi venti anni la frequenza del parto cesareo è molto aumentata in Italia: si è passati dall’11,2% sul totale dei parti nel 1980 al 34,2% nel 2015. Tale dato è preoccupante soprattutto se si considera che secondo l'OMS le nascite con taglio cesareo non dovrebbero superare il 10-15%. Le donne con pregresso taglio cesareo contribuiscono ampiamente all'aumento dell'incidenza dei tagli cesarei. Per ridurre il tasso dei cesarei occorre quindi saper valutare rischi e benefici di un travaglio di prova e del parto per via vaginale dopo un precedente cesareo. Quali sono le indicazioni? Quali sono i rischi? Quali i benefici? Che cosa occorre dire alla donna e quando bisogna iniziare a parlarle delle possibilità di nascita per via vaginale? Quale counselling bisogna adottare per una scelta consapevole? Il corso fornisce le risposte evidence based a queste e altre domande.
15-01-2020
Le disfunzioni del pavimento pelvico nella donna sono molto più frequenti di quanto si pensi, molto è legato al fatto che c'è una difficoltà di base da parte della paziente a riferire il disturbo, ciò per vari motivi tra cui scarsa conoscenza delle possibilità terapeutiche, imbarazzo, senso di impotenza, inibizione culturale e convinzione che questi disturbi siano una normale conseguenza del parto vaginale e dell’invecchiamento.Il corso risponde in maniera esauriente ed evidence based alle seguenti domande: Quali sono le disfunzioni del pavimento pelvico femminile? Quali sono i fattori di rischio? Come si valuta il pavimento pelvico? Quale deve essere l’assistenza ostetrica per la cura del pavimento pelvico? Come va assistita la donna in puerperio? In che cosa consiste la ginnastica del pavimento pelvico?
15-01-2020
I dati epidemiologici più recenti indicano che l’incidenza della TBC è globalmente in calo, sebbene la diminuzione non sia tale da raggiungere gli obiettivi fissati dalla Strategia End TBC dell’OMS volta a eliminare la malattia.Nel 2017 in Italia sono stati notificati 3.944 casi di TBC, corrispondenti a un’incidenza di 6,5/100.000 abitanti, in leggero calo rispetto agli ultimi 10 anni. Dal 2012 al 2016 in Italia il tasso di notifica della TBC è diminuito in media dell’1,8% all’anno.La tubercolosi continua comunque a rappresentare un fardello notevole sia per numero di casi sia di mortalitàIl corso risponde a molte domande sulla tubercolosi, fornendo risposte di immediata applicabilità clinica su:Qual è la situazione attuale della TBC in Italia?Come si trasmette la tubercolosi?Quali sono le manifestazioni cliniche?Quali sono i test di screening e diagnostici?Come gestire la TBC attiva? E quella latente?Sono previsti interventi di sanità pubblica?
15-01-2020
Nell’Unione europea, ogni anno, si stimano 25 mila morti per infezioni causate da batteri resistenti agli antimicrobici. Nei prossimi 35 anni si ipotizza che, a livello mondiale, il numero di persone morte prematuramente a causa della resistenza agli agenti antimicrobici sarà di 300 milioni (10 milioni di decessi all’anno fino al 2050).Tra i fattori più importanti correlati alla crescita delle multiresistenze, si evidenziano le prescrizioni inappropriate e l’abuso da parte della popolazione. Per arginare il fenomeno, è fondamentale quindi il ruolo dei medici nel fornire informazioni corrette sull'uso consapevole degli antibiotici.Il corso, realizzato insieme all'Ordine dei Medici di Milano, approfondisce il tema della multiresistenza agli antibiotici, fornendo le risposte a queste e altre domande:     Quali sono i patogeni considerati prioritari dall'OMS per lo sviluppo di nuovi antibiotici?    Perché il trattamento di alcune infezioni da Gram negativi è problematica?    Perché è importante l'igiene delle mani?    Quali sono i numeri sulle batteriemie in Italia?    Quali sono i meccanismi dell'antibioticoresistenza?    Come si trattano le infezioni da Gram positivi resistenti?    Quali raccomandazioni dare ai pazienti per un uso appropriato degli antibiotici?
15-01-2020
Essendo una condizione frequente, il paziente è spesso indotto a curare la tosse acuta con l'automedicazione. D'altro canto, anche per il medico la gestione può essere difficile, data la molteplicità di fattori causali e le attese del paziente di vedersi prescritti trattamenti non appropriati.Per chiarire i dubbi più comuni, è stato realizzato insieme all'Ordine dei Medici di Milano questo corso aperto a tutti gli operatori sanitari.In particolare, attraverso tre storie di pratica quotidiana si trova risposta a queste e altre domande:Quali sono le cause più comuni di insorgenza di tosse acuta?Quando è raccomandato l'uso dell'antibiotico?Sono efficaci i rimedi naturali?Ha senso usare il miele per curare la tosse acuta?Come si gestisce la tosse acuta in età pediatrica?Quando si somministrano gli antibiotici ai bambini in caso di tosse acuta?
15-01-2020
Se le vaccinazioni sono uno degli strumenti preventivi più efficaci di Sanità Pubblica, il loro impiego è di particolare importanza per la donna in età fertile, in previsione e durante la gravidanza, per proteggere sia se stessa sia il nascituro da alcune specifiche patologie infettive.Il corso sul tema delle vaccinazioni in gravidanza è stato realizzato dal provider Zadig insieme all'Ordine dei Medici di Milano e nasce dal documento del Ministero della Salute “Vaccinazioni raccomandate per le donne in età fertile e in gravidanza” (ultimo aggiornamento novembre 2018).Il corso, aperto a tutti gli operatori sanitari, risponde a queste e altre domande, attraverso tre casi di pratica quotidiana:    Quali sono i rischi di contrarre la rosolia durante la gravidanza?    Cosa indicano i dati epidemiologici sulla diffusione in Italia della rosolia congenita e in gravidanza?    Quali sono i rischi associati a morbillo, parotite e varicella?    I vaccini contro morbillo, rosolia, parotite e varicella sono raccomandati in gravidanza? E il vaccino contro il papillomavirus?    In gravidanza è consigliato sottoporsi alla vaccinazione antinfluenzale?    Il vaccino dTpa è sicuro per le donne in gravidanza?
15-01-2020
Da almeno 15 anni, le malattie cardio e cerebrovascolari sono la prima causa di morte nel mondo. La prevenzione cardiovascolare è diventata quindi una priorità per la salute individuale e per la sanità pubblica.Le linee guida sull'argomento propongono diversi criteri (non sempre concordanti) che possono mettere in difficoltà il medico, soprattutto nei soggetti a rischio basso o moderato.Per chiarire tutti i dubbi a riguardo, è stato realizzato insieme all'Ordine dei Medici di Milano questo corso che attraverso tre casi risponde a diverse domande di pratica quotidiana:Come calcolare il rischio cardiovascolare di un soggetto apparentemente sano?Quali soglie adottare per i parametri clinici indicatori del rischio?Cosa consigliare al paziente?Quando iniziare una terapia farmacologica?L'acido acetilsalicilico può essere raccomandato nell'ottica della prevenzione?
15-01-2020
L'Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato un documento per definire gli esami di laboratorio essenziali, quelli cioè che rispondono alle priorità di salute della popolazione, in base a criteri come la prevalenza di malattia, la rilevanza per la salute pubblica, le prove di efficacia e di accuratezza e il rapporto costo-efficacia.La lista stilata dall'Organizzazione Mondiale della Sanità comprende 113 esami diagnostici essenziali.Per ogni esame vengono fornite diverse informazioni:    l’obiettivo dell’indagine    la metodica    il campione biologico    il livello assistenziale raccomandato per l’erogazione della prestazione.Il corso realizzato insieme all'Ordine dei Medici di Milano attraverso tre casi di pratica quotidiana affronta il problema di quali siano gli esami essenziali in alcune condizioni cliniche comuni.
07-01-2020
Il corso, accreditato dal CNF, analizza e commenta il testo della legge n. 76 del 20 maggio 2016 "Regolamentazione delle unioni civili tra persone dello stesso sesso e disciplina delle convivenze". In particolare viene presa in esame: La legislazione familiare nazionale Il concetto di famiglia I vincoli familiari La famiglia di fatto La rilevanza della famiglia di fatto Le unioni tra persone dello stesso sesso La legge Cirinnà Le unioni civili Le convivenze
03-01-2020
Il corso, accreditato dal CNF, analizza il tema dell'attività professionale dell'avvocato, prendendo in esame: Il mandato alle liti e il conferimento dell’incarico La distinzione tra cliente e parte assistita Le professioni intellettuali nel codice civile Il diritto al compenso Il patto di quota lite L’autonomia del compenso e la solidarietà professionale La prescrizione del diritto al compenso Le azioni per il pagamento del compenso Il patrocinio a spese dello Stato La difesa d’ufficio L’avvocato telematico
03-01-2020
Il corso, accreditato dal CNF, analizza il tema dell'attività professionale dell'avvocato, prendendo in esame: Il mandato alle liti e il conferimento dell’incarico La distinzione tra cliente e parte assistita Le professioni intellettuali nel codice civile Il diritto al compenso Il patto di quota lite L’autonomia del compenso e la solidarietà professionale La prescrizione del diritto al compenso Le azioni per il pagamento del compenso Il patrocinio a spese dello Stato La difesa d’ufficio L’avvocato telematico
02-01-2020
Il corso, accreditato dal CNF, analizza e commenta, alla luce della più recente giurisprudenza, le principali fonti normative e gli articoli del Codice Deontologico che prendono in esame la pubblicità e le informazioni pubbliche relative agli studi legali. In particolare, si prendono in esame: Art. 10 Legge n. 247 del 31 dicembre 2012 (Nuova disciplina dell’ordinamento della professione forense) – Informazioni sull’esercizio della professione Art. 17 Codice Deontologico – Informazione sull’esercizio dell’attività professionale Art. 35 Codice Deontologico – Dovere di corretta informazione Art. 37 Codice Deontologico – Divieto di accaparramento di clientela Art. 2 Decreto Legge 4 luglio 2006 n. 223 (Disposizioni urgenti per il rilancio economico e sociale, per il contenimento e la razionalizzazione della spesa pubblica, nonché interventi in materia di entrate e di contrasto all’evasione fiscale) - Disposizioni urgenti per la tutela della concorrenza nel settore dei serviziprofessionali Art. 4 D.P.R. n. 137 del 7 agosto 2012 (Regolamento recante riforma degli ordinamenti professionali) – Libera concorrenza e pubblicità informativa
04-03-2019
Gli agenti chimici sono di comune uso nell'industria e non solo o non tanto quella specificamente chimica, basti pensare all'industria tessile, a quella automobilistica, a quella alimentare, a quella dell’informatica, solo per fare qualche esempio.Tra questi alcuni sono pericolosi per la salute e richiedono quindi il rispetto di tutte le norme vigenti e la loro sostituzione con alternative meno pericolose in acuto e in cronico. Il corso fornisce gli elementi di base per la prevenzione e la sorveglianza sanitaria legate a questi prodotti nocivi che coinvolgono il medico competente sia nell'operatività quotidiana sia nella formazione puntuale e ricorrente del personale impiegato.