La piattaforma indipendente

per la tua formazione continua

Accedi
Registrati

Maternity blues e depressione perinatale prima e dopo COVID-19

Descrizione

La pandemia da COVID-19 sta avendo un importante impatto sul benessere mentale di tutta la popolazione. La paura di ammalarsi, l’isolamento sociale e il cambiamento nelle abitudini quotidiane ha inevitabilmente generato stress e preoccupazione in tutti, ma in particolare nella donne gravide e nelle puerpere.

Il corso prende in esame il tema del maternity blues e della depressione post parto alla luce dell'attuale pandemia da SARS-CoV-2.

In particolare sono affrontati i seguenti temi:

  • Che cos'è il maternity blues?
  • Che cos'è la depressione perinatale?
  • Come si fa diagnosi di depressione?
  • Come si tratta la depressione post partum?
  • E' possibile prevenire la depressione post partum?
 

 

Aperto a
medici chirurghi, infermieri, ostetriche/i, farmacisti, assistenti sanitari, biologi, chimici, dietisti, educatori professionali, fisici, fisioterapisti, igienisti dentali, infermieri pediatrici, logopedisti, odontoiatri, odontotecnici, psicologi, tecnici audiometristi, tecnici audioprotesisti, tecnici della prevenzione nell'ambiente e nei luoghi di lavoro, tecnici della riabilitazione psichiatrica, tecnici di fisiopatologia cardiocircolatoria e perfusione cardiovascolare, tecnici di neurofisiopatologia, tecnici ortopedici, tecnici sanitari di radiologia medica, tecnici sanitari laboratorio biomedico, terapisti della neuro e psicomotricità dell'età evolutiva, terapisti occupazionali, veterinari
Crediti
9.10
Scadenza
07-04-2022
Prezzo
44.99 €
Responsabile scientifico
Miriam Guana
programma
FA21_Maternity blues e depressione perinatale
Prezzo di listino: 44.99 €
Sono presenti convenzioni a prezzi agevolati per gli aventi diritto
Accedi o Registrati per accedere al corso

Cimentati con un caso del corso

Renata ha 30 anni, è sposata da 3 anni con un coetaneo e 3 giorni fa ha avuto il primo figlio. Ludovico – questo è il nome del bambino – è nato 2 settimane prima del previsto, sorprendendo i suoi futuri genitori una sera che erano al mare per un ultimo fine settimana.
“Ci avevano detto tutti che il primo figlio posticipa il termine e invece nel nostro caso ci ha fatto uno scherzetto” commenta Renata, mentre racconta la sua esperienza a Sara, la compagna di stanza ricoverata per un cesareo programmato. “Per fortuna alla fine è andato tutto bene, anche se mi ero immaginata tutto in modo diverso”.
“Ti capisco, anche io speravo in un parto naturale e invece non saprò mai cosa vuol dire partorire” commenta l’amica.
“Beh risparmiarsi i dolori, non è male” scherzano le giovani mamme.
“Ti spiace se ora mi metto un po’ nel letto, sono abbastanza stanca” dice Renata.
“Certo, figurati, io leggerò un po’” risponde Sara.
Dopo qualche momento a Sara sembra che Renata singhiozzi. Nel corso della giornata e il giorno successivo Sara non pensa più all’accaduto perché Renata appare serena. Si prende cura di Ludovico, chiacchiera con il personale sanitario ed è sempre pronta a rispondere con vivacità, allatta con pazienza il piccolo, lo va a trovare in neonatologia dove per una parte della giornata lo tengono in osservazione, perché “è nato piuttosto gracilino”. E’ quando Renata pensa di essere sola o non osservata che si ripiega su se stessa e piange, per esempio quando i suoi genitori che sono venuti a trovarla se ne sono andati via dopo poco tempo per “evitare il traffico dell’ora del rientro”, oppure quando trascorre le notti rigirandosi sveglia nel letto.

Accedi o Registrati per accedere al corso

Non hai trovato le informazioni o il corso che stavi cercando?

Vuoi organizzare corsi per gli iscritti alla tua azienda sanitaria, al tuo ospedale, al tuo ordine professionale, alla tua regione? Ci sono corsi che vorresti offrire in convenzione ai tuoi iscritti? Qualunque sia la tua esigenza SAEPE la può soddisfare

Programmi

SEDLex
FaViFaD
MeLaFlash
FADO
Instant Learning
SMARTFAD
Novel learning
GENET
EPIFAD
CliniFAD
Comunicazione